Cinque motivi per investire nel coinvolgimento dei dipendenti

Investire nell’employee engagement

Costruire un team efficace e ben strutturato non è semplice come assumere le persone migliori.

Certo, scovare nel web profili eccellenti non è da tutti e serve molta esperienza ma una volta ottenuti il lavoro non finisce qui.

In un team di talenti competitivo e frenetico, dovrai lavorare sodo per coinvolgere i tuoi dipendenti se vuoi che rimangano. La ricerca di Gallup mostra che negli ultimi dieci anni solo il 32% circa delle persone si sente veramente coinvolto nel proprio lavoro, una cifra che è appena aumentata dal 2000.

Non sorprende che più di due terzi dei datori di lavoro siano preoccupati per la fidelizzazione dei dipendenti, ma come è facile immaginare non tutte le aziende collegano questi aspetti.
Il 70% dei dipendenti non offre il massimo del suo potenziale a causa dell’infelicità nel proprio ruolo, ma l’investimento nel coinvolgimento dei dipendenti può cambiare la situazione.

I millennial si aspettano di lavorare in più di un’azienda nel corso della loro vita e non hanno paura di cambiare organizzazione quando vogliono affrontare una nuova sfida.
Il cambio di lavoro e la vasta gamma di scelta determina più che mai una difficoltà nel trattenere il personale, ma non è impossibile se concentri i tuoi sforzi sul coinvolgimento.

Il 60% dei millennial valutano come estremamente importante la formazione e lo sviluppo di carriera.
Quest’ultima è la ragione principale per cui le persone rimangono nella tua azienda, portando a una migliore fidelizzazione del personale.

I dipendenti non ingaggiati non solo lavorano al di sotto delle proprie potenzialità ma potrebbero incidere economicamente (e non poco) alla tua azienda.

Gli studi dimostrano che i livelli bassi di impegno e di coinvolgimento messi in atto hanno un impatto diretto sui profitti , oltre a creare nei team una dinamica di lavoro scadente.
Al contrario, le aziende con dipendenti altamente coinvolti registrano circa 2,3 volte la crescita dei ricavi su un periodo di tre anni, rispetto a quelle che non lo fanno.

Investire nell’impegno non solo rende la forza lavoro più felice e più sana, ma anche più produttiva!

Aumento della reputazione

Gli impatti positivi del coinvolgimento dei dipendenti non si limitano all’ufficio.

Guadagnarsi la reputazione di avere una forza lavoro felice e dinamica nel suo complesso si riflette positivamente sulla tua azienda, portando così nuove opportunità.
Assicurandoti che i tuoi dipendenti siano felici e coinvolti, è probabile che tu riesca e riflettere un’immagine all’esterno migliore.
Questo non è un ottimo elemento non solo per attirare nuovi talenti, ma è anche per farti notare da potenziali investitori e clienti.

Nessun manager vuole che i propri dipendenti vivano del “disagio” durante il giorno. Un ufficio felice e sano è un ambiente migliore per tutti, compresi per i manager!

Non solo i dipendenti soddisfatti sono leader migliori, ma sono anche maggiormente in grado di motivare gli altri membri del team e aumentare così il morale durante i periodi più stressanti.
Quando i dipendenti sono motivati e ben ricompensati, sono più produttivi e si prendono una media di 15 giorni di malattia in meno all’anno grazie a un sistema immunitario migliore.

Quando si tratta di innovazione e creatività, il coinvolgimento è fondamentale.
Se i dipendenti non sono coinvolti con le esigenze e gli obiettivi dell’organizzazione, possono svolgere quanto gli viene chiesto (alle volte neanche questo), ma non daranno il massimo!

In effetti, uno studio Gallup ha mostrato che mentre il 59% dei dipendenti coinvolti ha dichiarato di non avere problemi a generare nuove idee, solo il 3% dei dipendenti demotivati ha detto la stessa cosa.

In definitiva, possiamo dire che creando una cultura positiva in cui le persone sentono che le loro voci vengono ascoltate, è più probabile che tu raccolga i frutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.