Bar Cocktail Challenge

Shake your passion!

Se si condivide la passione per l’arte dei cocktail, il team building giusto per te e il tuo gruppo è il Bar Challenge.

Il modo perfetto per avvicinarsi a questo mondo e poterlo condividere con i propri colleghi.

I team protagonisti di questa inedita sfida, dopo aver imparato dai nostri esperti barman le regole base per le migliori miscelazioni, si contenderanno il premio per il miglior cocktail in azienda.

Ma … attenzione!

Il nostro non è uno Show Cocktail, bensì un vero e proprio team building.

Show Cocktail Challenge o Bar Challenge?

Vogliamo mettere subito in chiaro la differenza che esiste tra il nostro programma e approccio e quello che spesso riscontriamo nel web.

Alle volte i clienti ci chiedono una “gara di cocktail“. E fin qui tutto ok.

Quello che però ogni volta chiariamo e vogliamo sottolineare è che l’attività non vuole far realizzare una serie di cocktail ai partecipanti il più simili a quelli creati dal barman.

Nel nostro team building i cocktail si inventano!

E lo fanno senza avere inizialmente nessun elemento.

Tutto deve essere “acquistato” al mercato.

Ogni team avrà un budget con il quale accedere al mercato e comprare i prodotti che ritiene utili per la composizione di due cocktail uno alcolico e uno analcolico.

Metafore del team building

Si cerca di far crescere la capacità di lavorare in team esplorando e scoprendo il piacere di “creare insieme”.

Un team formato da forze singole che, tuttavia, deve saper collaborare sinergicamente per creare meraviglie per i propri clienti.

Allo stesso modo lo staff di un’azienda deve essere formato da persone fortemente motivate a stare insieme che sappiano sia operare in maniera autonoma sia collaborare per creare sempre nuovi cocktail d’affari.

La giusta miscelazione degli ingredienti

Ed ecco che diventa fondamentale trovare la giusta miscelazione di elementi diversi sia per gusto, gradazione e colore al fine di realizzare nuove soluzioni qualitative.

Ognuno dei partecipanti è come se fosse uno degli elementi a disposizione.

Ognuno con le proprie caratteristiche, positive e negative, con i propri colori emozionali e relazionali, con le proprie peculiarità caratteriali, con la propria esperienza e con la propria formazione, ma solo nella giusta miscelazione ognuno di loro ritrova una nuova collocazione che può realizzare innumerevoli e nuove soluzioni.

A seconda degli obiettivi, dell’ambiente lavorativo e delle condizioni di mercato, ognuno di loro è “portatore sano” di ricchezza, di diversità, di quelle particolarità che possono dare al team una veste nuova, un “gusto” nuovo ed efficace.

Il budget e il mercato

La diversità diviene ricchezza, soprattutto in un momento economico come questo, dove la capacità di governo ed adattamento al mercato è determinata dall’unicità e diversità intrinseca dei team, delle idee e delle risorse.

La fusione di nuovi elementi, combinati in maniera nuova, darà vita a nuovi capolavori.

Per l’occasione e per gli obiettivi da raggiungere che il cliente ha messo in evidenza andremo ad inserire nell’attività la fase dell’acquisto delle materie prime, il mercato.

Questa è una metafora che permetterà ai partecipanti di sperimentare in maniera inusuale la “frustrazione” che, spesso, in azienda si vive e che è quella della difficoltà ad ottenere ed avere a disposizione tutte le risorse di qui abbiamo bisogno.

Ogni team, infatti, avrà a disposizione pochi crediti che serviranno per tutti i loro acquisti.

Sarà interessante osservare l’ottimizzazione di questi da parte dei team, piuttosto l’emergere o meno di atteggiamenti che porteranno allo scambio o baratto di alcune materie prime esaurite e fondamentali per alcuni team che saranno rimaste senza.

Infatti, è importante che emerga che i diversi team presenti stanno rappresentando una parte (ad esempio, una divisione aziendale) di un insieme (l’azienda) e che solo se queste parti si “parlano” perfettamente, con il giusto feeling ed predisposizione ad aiutarsi possono far si che l’insieme ottenga il massimo del successo.

In definitiva

Questa attività rappresenta il lavoro sulla ricerca e la nuova rielaborazione del proprio manifesto, di come il team e il “nuovo progetto d’impresa, un nuovo risultato concreto di squadra” vengono rielaborati e riproposti all’esterno.

Un problem solving che, enfatizzando l’importanza della condivisione degli obiettivi, il coordinamento delle attività, l’ascolto reciproco e la comunicazione efficace, permette di sviluppare quelle capacità manageriali utili a rendere il proprio team un gruppo di successo.

Un momento divertente, quindi, che ben rappresenta il lavoro di squadra espresso attraverso diverse metafore aziendali quali, ad esempio, l’approccio al cliente, il team work, la motivazione, la comunicazione, la determinazione nella condivisione di un progetto e il lavoro per obiettivi.

Ognuno è fondamentale nel creare la giusta combinazione.

Svolgimento di un Bar Cocktail Challenge

Ogni gruppo deve ideare e sperimentarsi nella realizzazione di un cocktail alcolico e uno analcolico in quanto poi dovrà prepararlo per l’inaugurazione del proprio nuovo locale.

Per l’occasione ogni team alla fine dell’attività si presenterà agli altri partecipanti simulando la serata inaugurativa.

Le fasi:

  • Divisione in team e spiegazione dell’attività e degli obiettivi.
  • Progettazione e condivisione da parte di ogni team della propria idea di locale da avviare e del cocktail da offrire.
  • Condivisione dell’utilizzo dei “gettoni” per l’acquisto delle materie prime.
  • Sperimentazione dei cocktail.
  • Presentazione agli altri team e valutazione da parte dei barman e del presentatore sui criteri precedentemente elencati.
  • Premiazione del miglior locale.

Se hai ancora dei dubbi o ti interessa farci una richiesta concreta contattaci subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.